Informazione sull'utilizzo dei cookie per questo sito

L´utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l´esperienza di navigazione sul nostro sito. Se premi il bottone "accetta i cookie" e continui senza cambiare le tue impostazione, accetterai di ricevere i cookies dal sito. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi le nostre Informazioni sui Cookies.

LA PIEVE A...

VISITA  AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAVRIANA (MN)

cav02Sabato 27 giugno, come da programma, si è tenuto il primo evento della serie: 

<Fame di Conoscenza?  Gustati una mezza giornata con “La Pieve”>.

La visita guidata al Museo Archeologico di Cavriana ed alla mostra “Alle Radici del Cibo – Pane e Vino in Palafitta, si è regolarmente svolta con estrema soddisfazione da parte dei partecipanti.

Il gruppo che ha aderito all’iniziativa è stato accolto al Museo Archeologico dal Dr. Adalberto Piccoli, archeologo e Direttore del Museo e quindi lo ha guidato attraverso il percorso museale e la mostra.

Il Museo Archeologico, che ha sede nei locali della Villa Saliprandi, complesso architettonico di fondazione Gonzaghesca, raccoglie ed espone gran parte dei materiali provenienti dagli scavi nell’area morenica che va dai comuni dell’alto mantovano sino al Garda. L’attività archeologica ha avuto inizio 55 anni fa, condotta dapprima da un gruppo di appassionati e quindi, dal 1965, sotto la direzione del Dr. Adalberto Piccoli e la supervisione della Soprintendenza locale.  Il gruppo che si era costituito ha presto fondato una Associazione che svolge ancora la sua attività.  cav08

I reperti custoditi sono relativi al periodo tra il Paleolitico Medio (oltre 4'000 anni fa) e l’alto Medioevo.  Sono presenti anche reperti delle battaglie Risorgimentali che si sono svolte nell’area di Cavriana, Solferino, San Martino, oltre a due interessanti collezioni private di carattere naturalistico antropologico.

Al termine della visita al museo ci si è trasferiti negli spazi delle barchesse della villa, dove è allestita la mostra “Alle Radici del Cibo – Pane e Vino in palafitta”.

Il percorso espositivo fornisce informazioni sulle caratteristiche dell’alimentazione delle popolazioni del Paleolitico Medio, e mostra gli utensili impiegati per procurarsi il cibo, per elaborarlo e custodirlo.  I reperti che hanno suscitato estremo interesse sono un panino, dei vinaccioli provenienti da un arcaico processo di vinificazione, e dei resti di macedonia di frutta contenuti in piccoli vasetti di terracotta. cav10

La visita si è terminata con un gradito e rilassante aperitivo nella vicina piazzetta prospicente la settecentesca chiesa parrocchiale.

Visto il risultato e l’apprezzamento dei presenti, sarà cura dell’Associazione programmare ed organizzare altri similari eventi di carattere culturale.

SABATO 27 GIUGNO A CAVRIANA

Visita guidata la Museo Archeologico dell'Alto Mantovano e alla

mostra "Alle radici del cibo - Pane e vino in palafitta"

 cavriana03

Il Museo Archeologico di Cavriana espone una serie di oggetti rinvenuti nell’area morenica del Garda Mantovano, (Solferino, Cavriana, Monzambano, …)  frutto di sapienti scavi condotti con perizia da oltre 50 anni, che ci riportano alla vita dei nostri progenitori di oltre 4000 anni fa presso la palafitta di Bande di Cavriana ed in altri luoghi vicini.

Attiguo al museo è stata inaugurata il 16 maggio una mostra nell’ambito delle manifestazioni collaterali all’EXPO 2015:  “ALLE RADICI DE CIBO – PANE E VINO IN PALAFITTA”. In questo meticoloso allestimento si potranno vedere i resti di cibo con il quale si alimentavano i nostri avi oltre 4000 anni orsono: dalla carne al pane lievitato, dai legumi alla frutta, oltre che oggetti comuni presenti nelle abitazioni di allora. 

cavriana01

cavriana02Il Museo dispone di una propria attività editoriale dedicata sia alla pubblicazione degli studi presentati  nel corso delle proprie attività congressuali, gli ANNALI BENACENSI,  sia alla divulgazione di studi monografici particolarmente significativi per il territorio.

 

 All’interno del museo sono custodite ed esposte le famose TAVOLETTE ENIGMATICHE (http://www.tavoletteenigmatiche.it/)

tav2

  Il Museo aderisce ad un progetto mondiale che ha come scopo il censimento e lo studio di tutte le tavolette enigmatiche conosciute fino ad oggi, sia in Italia che all'estero.

Questi manufatti, piccole tavolette prevalentemente di terracotta, sono distribuiti in un'area compresa tra l'Italia settentrionale ed i Carpazi fino al Basso Danubio (vicino Oriente, Egeo, Balcani meridionali, Sicilia), in un'estensione cronologica che procede dal Bronzo Antico evoluto (ca. 2100 a.C.) fino al Bronzo Medio avanzato (ca. 1400 a.C.).

 

   
© Associazione "La Pieve"