Informazione sull'utilizzo dei cookie per questo sito

L´utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l´esperienza di navigazione sul nostro sito. Se premi il bottone "accetta i cookie" e continui senza cambiare le tue impostazione, accetterai di ricevere i cookies dal sito. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi le nostre Informazioni sui Cookies.

Castelli della Val di Non (16 settembre 2017)

Eravamo in 49, abbiamo riempito un’intera carrozza del Trenino dei Castelli, su cui siamo saliti a Trento,e uno dei due pullman che ci hanno poi trasportato da un castello all’altro lungo le Valli  di Sole e di Non, pieni di entusiasmo e di  curioso interesse ,nonostante il tempo poco invitante , leggermente piovoso e nebbioso all’inizio, ma che si è poi aperto in un caldo sole.

Le aspettative non sono andate deluse, tutt’altro!

Merito della bellezza dei posti e della sapiente , professionale e simpatica regia organizzativa.

Guide esperte e preparate ci hanno fatto conoscere e gustare la storia e la cultura di quei  luoghi,del passato e del presente; e ci hanno pure coccolato offrendoci una ricca colazione sul trenino, un raffinato pranzo in Castel Caldes, una simpatica merenda a Castel Thun, con tisana calda, muffin e biscotti,e…il regalo della tazza col logo del trenino.

Cultura, promozione del territorio e dei suoi prodotti.

Ci sanno fare gli amici Trentini!  VIVISSIMI COMPLIMENTI!

Le colture di mele mostravano i segni di gelate e grandinate,purtroppo!

Ma lo spettacolo delle mele gialle e rosse sui rami era bello comunque, come il dolce paesaggio verdissimo, l’atmosfera curata e accogliente dei Castelli, tutti ben restaurati e curati sapientemente nei dettagli per accogliere il visitatore e farlo sentire a suo agio.

Una giornata che ci ha lasciato tutti soddisfatti, nonostante il ritmo vivace e sostenuto, ma non pressante.

E con il desiderio di tornare, di rimettersi in viaggio per approfondire  e condividere insieme la conoscenza e la Bellezza della nostra terra e della nostra storia.

Alla prossima gita culturale allora!

 

   
© Associazione "La Pieve"