Informazione sull'utilizzo dei cookie per questo sito

L´utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l´esperienza di navigazione sul nostro sito. Se premi il bottone "accetta i cookie" e continui senza cambiare le tue impostazione, accetterai di ricevere i cookies dal sito. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi le nostre Informazioni sui Cookies.

SCIENZE & FEDE

28 MARZO 2017

Prof. Francesco Agnoli

SCIENZIATI E CREDENTI  

 

Il Prof. Francesco Agnoli martedi 28 marzo , nell’ultimo incontro “SCIENZA E FEDE”  , organizzato dalla Associazione culturale “LA PIEVE” ha parlato di “scienziati e credenti”. 

Oggi  siamo spesso indotti a pensare che gli scienziati siano fondamentalmente laici e proprio perché scienziati siano prevalentemente agnostici o atei.  La Scienza ci viene presentata in contrapposizione alla Fede. Credere in Dio è una opinione personale , quasi priva di ogni conferma razionale. In realtà tutte le scienze dalla matematica, alla fisica, alla chimica , alla biologia , all’astronomia si sono sviluppate principalmente nel mondo giudaico cristiano.  Nella Bibbia  si dice che  l’uomo è fatto ad immagine di Dio e che a lui è dato il compito di nominare e cioè di conoscere le cose e gli altri esseri del mondo.  Il desiderio  di  trovare  le leggi del creato e la scoperta  di un ordine razionale  preesistente  hanno spinto e affascinato  persone credenti. Per questo non è casuale che molti scienziati siano stati religiosi e sacerdoti, come  Copernico o il sacerdote belga Lemaitre, primo a teorizzare  il Big Bang e l’espansione dell’Universo. Uomini di fede erano Keplero,  Galileo, Pascal, Eulero,Mendel, Newton, Pasteur,  Plank, Einstein, ecc.

Anche oggi molti scienziati si dichiarano credenti. Sono la maggioranza in Italia ed anche negli Stati Uniti .   La contrapposizione tra Scienza e Fede è  artificiosa, nata con la Rivoluzione Francese e poi sostenuta dal positivismo e materialismo.  In realtà è difficile non riconoscere nelle scoperte scientifiche che esiste un progetto preesistente , che una Razionalità lo ha pensato, che il cosmo e la vita non possono essere frutto del caso . 

Un incontro impegnativo, quello del professor Agnoli, denso di storie di scienziati credenti e di  riflessioni. Un incontro che ha ben completato il tema sul rapporto “SCIENZA e FEDE” 

   
© Associazione "La Pieve"